TORTINO DI PATATE CON CUORE FILANTE DI SCAROLA

molto buonissimo! Provare per credere

molto buonissimo! Provare per credere

TORTINO DI PATATE CON CUORE FILANTE DI SCAROLA

Porzioni 6
Tempo Prep. 45 minuti
Tempo Cott. 20 minuti
Tempo Tot. 1 ore, 5 minuti
Regime alimentare Vegetariana
Tipologia Antipasti

Ingredienti

  • 800g di patate
  • 1 cespo di scarola
  • 20g di pinoli
  • 1 uovo
  • 50g di parmigiano grattuggiato
  • 80g di stracchino
  • 1 spicchio d'aglio
  • olio extravergine d'oliva (q.b.)
  • sale e pepe (q.b.)
  • 1 pizzico di noce moscata
  • 1 pizzico di peperoncino in polvere
  • burro e pangrattato (per imburrare i pirottini)

Istruzioni

1. Lavate le patate e mettetele in una pentola con acqua fredda salata. Ponetela sul fuoco e fate cuocere per circa 30 minuti.
2. Lavate accuratamente la scarola, tagliatela grossolanamente con un coltello e mettetela a stufare in una padella con uno spicchio d'aglio pelato e intero. Salate, pepate e spolverateci sopra un pò di peperoncino macinato. Coprite con il coperchio e fate andare a fiamma moderata per circa 15 minuti. Scoperchiate e fate evaporare l'acqua di cottura. Dovrà asciugarsi per bene.
3. Scolate le patate, pelatele e con uno schiacciapatate riducetele in poltiglia all'interno di una terrina. Aggiungete alle patate l'uovo, il parmigiano, il sale, il pepe e la noce moscata. Amalgamate bene finchè il composto risulterà liscio ed omogeneo.
4. Arroventate un padellino antiaderente e tostateci per qualche secondo i pinoli, quindi uniteli alla scarola.
5. Prendete 6 pirottini da muffin in alluminio usa e getta, imburrateli e passateci il pangrattato. Quindi stendete sul fondo e sulle pareti il composto di patate rivestendo il pirottino. Al centro sistemate un tocchetto di stracchino e la scarola. Quindi coprite con altro composto di patate a chiudere il tortino.
6. Infornate a 190° per 20 minuti. Sfornate e rovesciate il tortino sul piatto e servitelo caldo.

Nota

E' giorni che penso quale libro,nella mia infinita biblioteca culianaria,mi abbia ispirato questa ricetta. Sfogliare tutta la mia biblioteca per cercarlo sarebbe come cercare un ago in un pagliaio. So di certo che è diventata mia ormai. Si è sedimentata nella mia memoria e così l'ho rielaborata aggiungendo lo stracchino e i pinoli. E' un piatto davvero sfizioso. Se trovate poi le patate di montagna,come quelle di Gavoi che ho utilizzato io,diventerà divina.

 

Rispondi